\\|

Due limonate fresche con le mandorle

notti afose tra i gelsomini
e una certa sete

“due limonate fresche
con le mandorle, grazie”


e noi seduti su una panchina
incanto di cicale stordite
e quell’odore – ciliegia rossa
a cerchi di fumo

divise identiche
con manganelli svelti
seviziavano lucciole in un giardino
e le torce
spogliavano l’aria informe di tabacco
una saetta ti ritrasse il viso

“lei è in arresto, è un paese musulmano
questo”


s’inventarono baci di strada
e non sorrisero
un amplesso fitto in una macchia
t’indagarono anche il ventre

“io sono fermo, e fumo una sigaretta signore, seduto qui
signore”


“oui oui monsieur, pas l’amour mais les caresses”

li supplicasti chino, e la bocca era asfalto
un anfibio a schiacciarti il naso

l’anticipo di un pensiero logorava
bottiglie infrante nelle carni
ad attenderti una gabbia fredda
reti sanguigne alla schiena

“lei vada, lei non può sapere
è un paese musulmano questo
lui invece – lo sa bene”


si andava per una limonata fresca con le mandorle


Salvatore Leone 2013

Advertisements

7 thoughts on “\\|

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s