x



Svengo sempre
ogni giorno è un rumore di vetri,
a volte mi rialzo perché qualcuno
ha gridato

Vedendomi impazzire sotto i loro occhi
cadere di testa nel mezzo di una notte
forse sei sonnambulo – dissero
te la sei fatta addosso

Mi chiesero di tacere almeno tre secondi
chiusero porte e finestre
vedendomi saltare senza una ragione

Mi diedero una pacca sulla spalla
un consiglio, la preghiera
un sorriso che non ricordo

Mi chiesero di dimenticare
di morire con estrema delicatezza

Cado sempre
perché mi chiedo come stai
se mai li perdonerò
se anche tu baci i pavimenti
se come me non parli più.

Advertisements

6 thoughts on “x

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s