M


Sangre de pluma

Non si fugge una volta sola
da questo mare che rimbambisce
voglio togliermi dai piedi
voglio togliere la tua faccia
cavare sangue dalle pietre
lasciami finire la bestia

yo no tengo màs sentido
bebiste mi sangre de pluma
hay un centenar de manos
no tengo ni un respiro

Yo no tengo màs sentido
nelle danze dei talloni che premono
nell’umana selva notturna
composta d’eccelso madore
babele rosa fitta in gola
e la carne nuda che si presta

La notte si acciacca
nel camposanto del petto
e gli odori giocano a torcere lenzuola
nei rosari che prudono la schiena.
Yo no tengo màs sentido
nel bastardo che è rimasto appresso
il dispiacere della testa
l’oro che ho perduto dagli occhi

Salvatore Leone – Madrid 2002

Advertisements

3 thoughts on “M

  1. in generale amo una poesia più piana, ma questo tuo componimento prende, ha ritmo e un sapore e un profumo di malinconica sopraffazione del sé

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s