–ì


Fisime notturne

nessuna posizione fetale
braccia a novanta gradi
e mani aperte, una segue il fianco
l’altra costretta sul cuscino
bambola egiziana
che inventa albe oniriche

un uomo sul marciapiede
ha un sorriso familiare
museruole da vendere
le vanta e dondola sui fianchi
m’invita a provarne


“ almeno una”

nel paese dove i matti
hanno occhi verdi come i gatti
manicomi abbandonati
vetrate appuntite
a orecchio di coniglio

sbircio dietro un angolo
di muro, e canto

delle colpe che m’invento
a primavera
morsi di un gallo vistoso
al collo

Salvatore Leone 2014

Advertisements

2 thoughts on “–ì

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s