H

Sindrome di Hegel

nascose le mani
l’imbarazzo del morbo
e smise di parlare

al tocco dissolveva
s’annientava, sparivano
anche i gatti
sindrome congenita
torpore hegeliano

di anime cosalizzate

testa in giù – legge il cielo
al contrario di ogni termine
un negativo assolto
per salvarsi e non morire
fugge vistoso – vestito
battezzato alla meno peggio

non c’è pace
tormentato dal respiro
diventa pietra

si chiedono – cosa fa
quel matto fermo

gioca ai bottoni
si diverte, accende e spegne
luci sulle pareti
è schizofrenica andatura
la notte che si beffa del giorno

oggi sanno
loro non ci lasciano vivere
e non sapremo dove andare
è sterminio
si muore di preventiva
coscienza


il nostro sapere andrebbe
vissuto, profondamente
non è necessario saperlo


Salvatore Leone 2013

Advertisements

2 thoughts on “H

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s