./

La whatsappata

l’amico caro
cambia discorso sul più bello
mentre sto morendo
non ha tempo, voglia
di assistere alla dipartita
abbassa lo sguardo
su una whatsappata

questi eroi risaputi
non ascoltano, e tu non piangere
cosa dovrebbero dire loro
hanno superato lo strazio
di una caramella
che gli è stata soppressa
e placano il dolore con un selfie
il profilo buono, la giusta luce
spostati a destra che fai più figura
non pensarci ancora

cosa dovrebbero dire loro
che hanno avuto tutto
ingrati, e rovinato ogni cosa
per noia, spreco, impotenza e tralascio
sul più bello, rischia di mettersi
le dita nel naso

l’amico caro cambia discorso
mentre sto morendo, sento che sbuffa
lui che vorrebbe tanto delle scarpe nuove

Salvatore Leone 2015

Advertisements

16 thoughts on “./

  1. è un po’ ritrovare me stessa … il selfie l’ho inserito anch’io in una poesia, la whatsappata no … ma la sostanza non cambia, mi piace il tuo linguaggio, e questo modo diretto di descrivere certa schiavitù del virtuale per molti , schiavitù in cose futili e stupide…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s