,.


Sulle rocce di Ulan Bator

è lecito guardarti
due minuti e non altri
nel verde più umido
in una spiaggia del Mar Nero
messa al mondo quasi per caso
che sia pianura e vento
una discesa di Pechino
dove ti pare
sarebbe lecito senza parlare
e pretesa alcuna
solo un minuto per spiegarti
il tremore, i giochi a denti stretti

gli eventi che si susseguono
in questa bocca, non sono delitti
e non saranno cose
che si guastano a saperle
un’ora d’aria
sulle rocce di Ulan Bator
per dirti che sarò il silenzio

potrei raccontarti barzellette d’amore
che non fanno ridere neanche a ridere
nella terra del fuoco, oppure ascolta
ascolta la fiaba realizzata
a dismisura, ho tagliato la fine
coi fiori, e non ricordo morale
per lasciarti dormire in santa pace
ti tratterò con estrema delicatezza
e mani dietro la schiena
dammi un secondo, una cima esagerata
e poco ossigeno
per spiegarti a bassa voce
che me ne starò qui buono buono
bravo bravo
perfetto tuo silenzio.

Salvatore Leone 2015

Advertisements

4 thoughts on “,.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s