…ò


Buffone dilettante

in attesa
che passi l’abitudine dei morti
suono campanacci a distrarti
improvvisando danze, il peggio di Salomè
con un piatto d’argento vivo
à quatre pattes nel verso dell’ornicorinto
ombre cinesi sui muri crepati dai fumi
aquila, volpe, adesso è lepre
purchè stonato avrei l’ardire di cantare
solite vertigini, musiche lente
prima che si accasci la tempia
avrei miele al dito che ammansisce
guarda come fa il pesce palla

con le mani sui fianchi
potrei esibirmi in un paio di mosse
battere ali, fagiano addestrato
non perderti l’animo, attends
che sfumi il nero, l’alba tardiva
nel frattempo del viola negli occhi
farò il verso alla mosca regina
tuo giullare, buffone dilettante
guarda, braccia e gambe aperte
come faccio il sole

Salvatore Leone 2016

Advertisements

3 thoughts on “…ò

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s