c-p

Crepa-pelle

vado a fingermi morto
che io ne sappia
hanno già passato lo straccio
mi lascerò cadere
nell’odore di limone
senza farmi granchè male
braccia e gambe
tipo croce, spalle a terra
dell’arreso

nel ritorno del candeggio
resto immobile ed accorto
che non mi avvenga
il ridere, e ancor meno
di respirare

Salvatore Leone 2016

Advertisements

10 thoughts on “c-p

  1. Momenti della vita, in cui l’immobilità sembra l’unico atteggiamento da poter assumere…
    Sempre speciali i tuoi versi, buon pomeriggio Salv, silvia

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s