T-t

12208745_1039028432794470_8347353830982879990_n

Mais tais toi

sai che ti dico
abbassa il volume
delle preghiere alla radio
e accosta le tende
toglimi il sole dal viso
voglio fare un giro qui
su me stesso
una vertigine di oggi
spegni il rumore al frullatore
non so cosa accade lì fuori
non m’importa la stagione
chi s’inventa la meglio pioggia
in fondo, non ho nulla da dirvi
ed insisto di sola e tale ragione
a scrivermi sopra
mentre a Dio è finita la carta
l’inchiostro blu, si profumava
silenzio che mi diede in prestito
il giorno in cui sono nato
disse che era il dono grande
su quello, avrei potuto dire
corbellerie di mio gusto
e a piacimento survivre
in-somma, potrei arrangiarmi
reo confesso
di una cosa stupida
che avviene di mattina presto
senza l’esatta ragione e alcuna
ma non mi necessita l’uso
di esser presente, che tu
ne possa dire
timbrare il cartellino dei cristiani
e poi, andarsene al bar
giù da basso
io vi supplico un minimo
del mio senso, e la mollica
rimanendo di mia indecente
eco


Salvatore Leone 2016

Advertisements

2 thoughts on “T-t

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s