.


NN

complice delle tue astensioni
non m’importa
del silenzio che insieme
abbiamo partorito
quasi fosse un bel rumore
da scambiarci senza che

non m’importa di attendere
poggiato al muro
ho la pazienza di mezza roccia
un pugno di luce che vale
mille calende a baciare
forse il sole
si abbandonerà nell’acqua
e il cielo urlerà di rosso
inspiegabile rosso
che non importa
non mi è grave la riconta
dei giorni qui seduto
fischiettando
con le scarpe nuove
un profumo al cedro
finta di niente
mentre il respiro
si apre in due
squassa
se ne sbatte del petto
quasi mi fosse dovuto

Salvatore Leone 2016

Advertisements

3 thoughts on “.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s