Sano come un pesce

le mie
sono poesie disabili
non si reggono in piedi
prive di gambe
e le braccia fanno il gesto
del volo che stramazza
al cento per cento invalide
non sono in grado di intendere
e di volere
brevi storie per non utenti
carezzevole tatto
del non vedente
perchè di cose che stanno bene
ne ho viste
ne ho vista gente dritta di schiena
sana come il pesce
che scoppia di salute
alla stregua del palloncino gonfiato
di bocca, e non ossigeno
è un alito brutto brutto
di questi che si sentono bene
ogni mattina
profittando del passo falso
di occhi che vedono il peggio
e deturpano
non vorrei parlarne
non saprei ricavarne verso
di questi omini
dal sangue intatto
e senza febbre
non vorrei rammentare
il danno che hanno fatto
dentro
che grazie a Dio
è a saluti chi cunta!

Salvatore Leone 2016

Advertisements

5 thoughts on “

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s