,,,


Negazioni d’autunno

ho soggezione del foglio bianco
dei prati sottili che non sanno
silenzio esteso coi bordi
e al centro seduto un bambino
di carta ignorante
breve fruscio delle mani
da trattare con grazia
riserbo e le migliori accortezze

ed io chi sarei
per confidargli piogge a venire
il freddo caduto sopra
lentezza di foglia che s’adagia
nei suoi occhi scevri di colpa
ed io chi sarei, se volto pagina
ancor prima di assistere
ai miei diluvi

Salvatore Leone 2016

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s