.

tumblr_mhx892NVwW1rd1u5oo1_1280

G.3

Ti porto a spalla
come un santo che nessuno tocca,
io faccio l’amore sulle pietre nostre
e mano gettata in alto.
Sembra che io l’abbia con Dio
irriverente a mezzo cielo.
Non importa quanto sia folle
alle guardate brune dei solenni.
al parlato di gente che saguinano
le strade, e m’ingiuriano le stelle.
Concludo ogni sorte, croce
nelle pose di demente
che non afferra acqua, testa, niente.
Ti porto addosso
mare che nessuno trema
e le anche sembrano morire balli
ancora rossi. Ti porto
che non vedo anima storta
lamento tenuto alto.

sl2018

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s